-4

Traggo spunto da un commento di @linux che è stato cancellato per fare presente che questo sito ormai non ha più nulla a che fare con il suo senso iniziale e che si è ridotto a un sistema di antagonismi personali in cui non contano più le risposte, bensì downvotes e upvotes usati in modo anonimo in base a conflitti preesistenti con altri utenti. Se una domanda semplice riceve tot upvotes senza che venga provvista una semplice risposta e quando l'unica semplice risposta viene downvotata "en masse" abbiamo chiaramente a che fare con un sistema di incuiccio che ho già segnalato al management generale (che mi ha risposto che se ne occuperà). Quindi mi augurerei un attimino più di distacco e un atteggiamento più professionale da parte dei moderatori oltre che a un coraggio civico che pare essere scomparso.

Aggiorno questo post per dimostrare oggettivamente ciò a cui mi riferivo. Riguardo alla seguente domanda: Che programmi hai per + article/no article?

ho postato una risposta che ha ricevuto 2 downvotes. Quella di @charo che segue in sostanza il mio modo di argomentare 3 upvotes. Provare per credere! Caro @egreg perché non scrivi a @charo, come l'hai fatto con me, che la risposta è di bassa qualità visto che la domanda chiedeva il perché del fenomeno “look at your examples: some words want the articles, some not”. The question is why they do"?

| |
  • 3
    Nico, potresti essere un po' più chiaro? Non riesco veramente a capire cosa vuoi dire con questo post: un riferimento a quale commento di linuxfan ti riferisci sarebbe anche utile (anche solo il post su cui è stato lasciato). – Denis Nardin Mar 31 at 15:48
  • @DenisNardin Il commento l'hai cancellato tu o gli altri due e si riferiva al fatto che esiste una correlazione fra upvotes e nome dell'utente. Il mio post è formulato chiaramente. Indi non vedo motivo per spiegartelo. – Nico Mar 31 at 15:53
  • 2
    I deleted many comments by you and linuxfan in the past few days. For some reason you two do not seem to be able to stay on topic in the comments. It is of course possible that I made a mistake on one of them, given the amount I had to moderate, so being more specific would actually be helpful. PS I am writing in English to make review easier by an external party, were it to be necessary. – Denis Nardin Mar 31 at 16:05
  • @DenisNardin Stick to the post! Thanks! If you delete comments, you cannot ask me to include the comment you deleted! This is just common sense. And before you delete the reference, as you usually do, here is you comment I am referring to: "Nico, potresti essere un po' più chiaro? Non riesco veramente a capire cosa vuoi dire con questo post: un riferimento a quale commento di linuxfan ti riferisci sarebbe anche utile (anche solo il post su cui è stato lasciato).Screenshot is also done. – Nico Mar 31 at 16:26
  • 3
    Mass downvotes? I see two answers of yours that have received three downvotes, which doesn't qualify for “mass”. One of them has been deleted, the other one is still online, as far as I can see. In my opinion it is very low quality (but I didn't downvote it). – egreg Mar 31 at 19:43
  • @egreg Why is it very low quality? – Nico Mar 31 at 19:48
  • 2
    @Nico It's just: “look at your examples: some words want the articles, some not”. The question is why they do. – egreg Mar 31 at 19:50
  • @egreg You are not a linguist, so you might learn that some questions are not to answer with the reason. "Why is "persona" feminine and not masculine?" does not make any sense for example. The question is only to answer with regularities for the use of the article not why. And this is the big problem on this site. Most people who contribute have no idea of linguistics and downvote whatever founded answer! – Nico Mar 31 at 19:55
  • 1
    @Nico You should be more careful when judging other people's expertises. There surely are reasons for the contrast in “Quali sono i tuoi programmi per sabato/l'estate?” (zero article versus article). Ever heard “Quali sono i tuoi programmi per settimana prossima?” (horrible, but frequent)? – egreg Mar 31 at 20:05
  • @egreg Are you a linguist? No. The contrast may exist (never heard of it), but then again a linguist would say that in colloquial language the article is sometimes omitted with "settimana". There is no reason for it. It is as it is. You observe the phenomenon and describe it. That`s the way it works. PS. "expertise" is not used with the plural in the sense of "skills". – Nico Mar 31 at 20:08
  • 1
    Oh, I see, thanks. So did you mean an “inciucio”? – DaG Apr 1 at 15:02
  • 2
    I see the update now. Don't you really perceive any difference among your and Charo's answers? – DaG Apr 1 at 15:04
  • 3
    @Nico if you cannot see any substantial difference in presentation and rigor between your answer and Charo's, I'm not sure I can help you here. Instead of railing against the world I suggest you try to see the differences that sparked such reactions to the two answers. This is not a conspiracy against you: this is just the result of the other users of the website deciding that one answer is much better than the other one, like SE is supposed to work. – Denis Nardin Apr 1 at 15:23
  • 2
    @Nico That was just a piece of advice to you. Downvotes here are as free as the upvotes, I don't control them in any way. I was simply suggesting that trying to examine successful answers might be more productive that complaining that no one like yours. That said, look at how every sentence is motivated, and also at the formatting (your answers tend to always be an unreadable block of text) – Denis Nardin Apr 1 at 18:52
  • 3
    @Nico My expertise in linguistics is beside the point: I am just trying to explain how you can write answers that (with the same essential content!) are better received by the community. But I see that I am wasting my time, again, so I'll stop. – Denis Nardin Apr 1 at 20:25
4

We moderators have analyzed the voting patterns and no evidence of targeted downvoting towards you has emerged. Really, it seems to me that you are getting upset by a small amount of downvotes to your answers.

I already told you extensively why I do not think your reactions to criticism is productive, so I won't repeat it further.

As usual, if you are unsatisfied with the moderators' behaviour on a SE website, you are encouraged to make use of the appropriate avenues for complaints.

| |
  • I was not only alking about myself + a crucial point (borrowed from @linux) was that some users receive strange and sudden upvotes... – Nico Apr 1 at 8:39
  • 4
    @Nico To be even more explicit: no suspicious voting patterns have emerged (and yes, we do keep an eye on it). It is your right to disagree with the vast majority of users on this website, but this does not mean that the other users should suddenly change their mind and align to your opinions, especially since you do not seem in the habit of providing any justifications for them. – Denis Nardin Apr 1 at 8:42
  • I expressed my opinion without expecting anyone to align to it. This assertion of yours is simply unfounded. – Nico Apr 1 at 8:44
2

Mi sembra che vengano portate accuse generiche, senza nemmeno un esempio. Tutti i moderatori hanno accesso anche ai commenti cancellati; se lo spunto viene da un commento cancellato, basta segnalare a quale domanda o risposta si riferiva.

Se si ritiene che ci siano schemi di voto “strani”, non è difficile fare un breve elenco, con i link per controllare.

Riporto uno screenshot della pagina con le “newest questions”, dove non riesco a vedere eccesso di upvotes a domande.

enter image description here

Fa forse eccezione la domanda sull'articolo davanti alle specificazioni temporali, che trovo interessante soprattutto perché viene da un utente la cui lingua è priva dell'articolo.

| |
  • Pure io trovo la domanda sull'articolo interessante, ma come scrivevo ieri, la domanda non era "perché", bensì in quali casi. Ora, io ho iniziato a stilare una classificazione (che è l'unica maniera di rispondere alla domanda), ma poi come al solito son piovute le critiche, come accade regolarmente quando rispondo io... – Nico Apr 1 at 10:00
  • 1
    @Nico La domanda comincia con Why, il cui significato mi sembra chiaro. – egreg Apr 1 at 10:04
  • Molto spesso capita che chi formula lo faccia in modo impreciso (cosa non grave). Se leggi bene la domanda completa troverai quello che era inteso: "Is there any rule when to use an article?". Come scrivevo ieri, non esiste un motivo per certi fenomeni. Questo è conosciuto come principio di arbitrarietà di Saussure. – Nico Apr 1 at 10:10
  • @greg "Il sito Meta non è per discutere delle particolari domande e risposte sul sito principale, ma per questioni generali sul sito" Il mio post aveva forse a che fare con domande e risposte sul sito generale? Qui abbiamo gravi problemi di comprensione! La mia domanda riguardava meccanismi di interazione. L' ho poi suffragata con un esempio concreto! – Nico Apr 1 at 22:16
-4

Nico, mi pare che tu ti stia scaldando troppo; certo questa 'comunità' non aiuta, e allora provo a spiegare quello che ho capito io, e dove mi portano le mie conclusioni.

Questo sito, o meglio comunità, si è formato ed evoluto fino a essere ciò che è adesso, e continua a esserlo, grazie a diversi meccanismi. Uno dei meccanismi lo si potrebbe definire istinto di auto conservazione, che tende a conservare le cose così come sono. Come un popolo è orgoglioso della propria storia e della propria cultura, così una comunità, anche se virtuale, tende a mantenersi stabile con le proprie idee, ed è comprensibile che, quando in quella comunità entrano elementi estranei con idee estranee, rimangano tutti spiazzati, anche in buona fede.

Ora che ho esplorato il sito mi sono fatto alcune idee; sono personali, mie, ma forse qualcuna concide con la tua. Detto senza mezzi termini, questo sito è il giocattolo di Charo, la sua casa delle bambole: usa il pettine per raddrizzare gli accenti storti, per allineare i titoli delle domande, aggiunge nuovi elementi alla collezione, e la casa delle bambole la appaga con upvote su domande, risposte e commenti. Quando il meccanismo s'incrina appena, ci rimane molto male, non le sembra vero che qualcuno possa non essere in sintonia con il suo modo di vedere le cose. E' il suo punto di vista, confortato ormai da anni di vita in questa comunità. Si sente perfettamente a suo agio a citare Dante a sproposito, probabilmente senza capirlo: mi chiedo infatti come possa capire Dante una persona che non capisce il "significato di cavo a motore in questo contesto". Talvolta non capisce neppure quello che scriviamo io e te.

Ma va bene così, io stesso ho detto che Charo mi stava simpatica, e mi sono spinto perfino a suggerirle di scegliere altri autori (con grande stupore ho scoperto che recentemente un autorevole membro di questo sito ha reiterato lo stesso suggerimento). Per un poco sono anche stato al suo gioco; poi mi sono reso conto che il gioco non m'interessa: io non voglio aiutare Charo a trovare le sue risposte, voglio aiutare una platea più ampia, se posso, e quindi fare delle ricerche su una parola come "arcuofolo", mi sembra vano - e mi sembra pure vano, ormai, cercare di convincerla che una parola scritta in un libro può non essere catalogabile con regionalismo, dialettalismo, termine colto e via dicendo. Le parole sono mattoni che possono essere fabbricati male, anche dal più colto scrittore; e con i mattoni non si fanno solo bei palazzi e chiese e monumenti, si fanno anche stalle e latrine. I termini, e il loro significato ultimo, vengono scelti da chi li impiega, non da chi li legge o da chi li cataloga.

In questo contesto poi s'inseriscono tutti i membri della comunità, ognuno con la sua personalità. Hanno tutti ragione dal loro punto di vista. Ha ragione Dag a inalberarsi se gli si dice "andiamoci piano": però a quel punto si sente autorizzato a insultare con frasi come "hai le idee confuse", "dev'essere un triste mondo il tuo", "stai salendo in cattedra", "trolla pure" e simili. Ha ragione, perché lui in cattedra c'è già, talmente in alto che non s'accorge che a buona parte degli italiani il verso degli accenti non interessa, e che un'altra buona parte di italiani ama mettere l'iniziale maiuscola a tutte le parole di un titolo o perfino di frasi che titoli non sono. A questo proposito ho scritto un commento che diceva in modo generale "mi pare incredibile che alcuni non si accorgano di questo fenomeno". E' intervenuta Charo puntualizzando "ci siamo accorti, lo chiamiamo maiuscolite". Lei non c'entrava niente, è intervenuta per spirito di comunità. E' così che ci si aiuta in una comunità, s'interviene anche quando non si è chiamati in causa. Se qualcuno scrive cose diverse da quelle "normali", per esprimere un'opinione, per mostrare un punto di vista diverso, si scatena la comunità.

Il resto sono incomprensioni, crescendi di tono, insulti, e alla fine si perde di vista l'obiettivo principale. Hanno poco da fare i moderatori, hanno ragione anche loro, non è che, pur ammesso che vogliano, possano criticare chi critica. Allora cancellano commenti e risposte. Qualcuno, giustamente, invita a postare risposte invece di commenti; magari dice a me che potrei scrivere una risposta, e quando rispondo che non mi sento a mio agio mi suggerisce che me la prendo troppo. Lui stesso però, sotto una mia risposta, mi fa le pulci - sbagliando tra l'altro per non aver visto bene. Non è che mi abbia aiutato, ma dal suo punto di vista ha aiutato il sito.

Quindi Nico, per concludere, hanno ragione loro. E' una vera comunità, con le sue tradizioni, formata da membri che si vogliono bene e si aiutano l'un l'altro. E' sbagliato incaponirsi, ognuno sta facendo ciò che dal suo punto di vista è giusto, non ci sono errori, le statistiche invisibili agli utenti normali lo dimostrano. Il sito è quello che è, ottiene esattamente quello che vuole. Siamo noi gli estranei, forse siamo più adatti a un forum dove c'è più tolleranza e voglia di discutere, questa è una comunità dove le idee personali, o magari solo le idee, non sono ben accette: c'è già scritto tutto nei libri di grammatica, nei dizionari e nelle parole scritte da autori presenti e passati.

| |
  • 4
    I don't understand how you can say that this website is Charo's playground. Really, I think both you and Nico have a misunderstanding of the culture here. (Incidentally, for the time I misunderstood your post I deleted the criticism and apologized. I considered the question closed and I am sorry for the misreading, but I don't understand why you bring it up again) – Denis Nardin Apr 2 at 8:41
  • 1
    I naturally tend to avoid places and people I don’t like. It is not clear why you and Nico insist on “contributing” to this site at all costs. – user4354 Apr 2 at 13:31
  • @DenisNardin grazie, sei una persona gentile; il post al quale mi riferivo è il seguente: italian.stackexchange.com/a/11660/6017 – linuxfan says Reinstate Monica Apr 2 at 16:03
  • @user070221 because we like to contribute; and I think that things will be better by the time passing. I understand your advice, anyway, you could be true. But I am not angry at all... I am just explaining what I think. – linuxfan says Reinstate Monica Apr 2 at 16:08
  • @DenisNardin: I'm replying to your comment stating "It is unclear what you'd like the moderators to do": don't know why, the site says me it is recent/unread. Well: I don't ask anything to moderators (also written in my answer above). I simply pointed out that answers with many downvotes and/or many critic comments are as awful, if not worse, than no answers at all. But: downvotes and about half of the comments are not made by the original answerer... – linuxfan says Reinstate Monica Apr 4 at 16:12
  • It could be better for the site, sometimes, to leave bad answers alone (or, better, accompanied by a good one). That's all; and I addressed you just because you're the one that sometimes writes "can someone write an answer". It is/were not a critique to you or any other moderator, instead a thought directed to all the users here. – linuxfan says Reinstate Monica Apr 4 at 16:14

You must log in to answer this question.

Not the answer you're looking for? Browse other questions tagged .